Categoria: Guerra della lega di Augusta

Fleurus 1690: il capolavoro del duca di Luxembourg

Published / by gualtiero.grassucci / Leave a Comment

Si amplia l’offerta degli scenari per l’ultima parte del XVII secolo con la battaglia di Fleurus del 1690. Uno scontro un po’ fuori dai canoni classici del secolo (e della prima parte del secolo successivo) che prevedevano lo schieramento delle truppe su lunghe linee parallele con la fanteria a presidiare il centro e le cavallerie sulle ali nel tentativo di aggirare il nemico. In realtà a Fleurus il duca di Luxembourg progetta e realizza una vera e propria manovra di aggiramento ben più ardita, impegnando l’avversario al centro e portando una colonna di fanteria e cavalleria oltre l’ala sinistra dell’esercito confederato. Manovra magistralmente eseguita che in poche ore provocò la sconfitta del principe di Waldeck.

Si tratta in realtà di tre scenari: il primo, classico, ricostruisce la battaglia a partire dai primi scontri, con la colonna aggirante già sul fianco del nemico, uno scenario per un classico tavolo di wargame. Il terzo scenario, che richiede meno miniature e si può concludere in un tempo davvero ristretto, simula lo scontro che decise la battaglia proprio tra la colonna guidata dal duca di Luxembourg e le truppe frettolosamente inviate dal principe di Waldeck per impedire l’avvolgimento della propria linea di battaglia.

La proposta più interessante è però la ricostruzione della battaglia strategica, con i francesi che hanno appena lasciato il proprio accampamento e si accingono a raggiungere il campo di battaglia tra Fleurus e St. Amand. In questo scenario l’aggiramento non è ancora avvenuto e i due comandanti in capo possono ancora decidere come schierare le proprie truppe. Questo scenario si può simulare con le regole per la battaglia strategica contenute nel Supplemento A (e che si possono scaricare gratuitamente nella pagina Download).

Miniature 10mm imbasettate come 15mm

Published / by gualtiero.grassucci / 2 commenti su Miniature 10mm imbasettate come 15mm

Alla ricerca di un maggiore impatto visivo dei reggimenti di picche e moschetti ultimamente ho pensato di sperimentare una nuova soluzione: sistemare le miniature 10mm sulle basi pensate per i 15mm, basi quindi con il fronte ampio 8cm e profonde 4cm (anzichè su basi 6cm x 3cm, come quelle per le miniature in 6mm), a questo proposito si può consultare questo collegamento: Basi ‘600. La scelta si è orientata sulle miniature Pendraken, range Legue of Augsburg – http://www.pendraken.co.uk/Catalog.aspx?CategoryId=12&SubCategoryId=258. A seguire le prime basi completate.

Artiglieria e fanteria francese
Artiglieria francese e un reggimento di fanteria, stessa nazionalità. Miniature e gabbioni Pendraken, materiale scenico autocostruito.

L’artiglieria è sistemata su una base 4cm x 4cm, i gabbioni e le protezioni sono a parte e separabili dalla base. Nelle due foto che seguono si apprezza meglio l’imbasettamento dell’artiglieria. Sulla base c’è spazio, oltre al pezzo di artiglieria vero e proprio, per quattro serventi e qualche elemento di attrezzatura.

Artiglieria francese e gabbioni
Batteria di artiglieria francese con serventi e gabbioni di protezione. Miniature e gabbioni Pendraken, materiale scenico autocostruito.
Batteria di artiglieria dall'alto
La batteria di artiglieria vista dall’alto. Miniature e gabbioni Pendraken, materiale scenico autocostruito.

Sulla base di fanteria (reggimento francese La Marche) sono sistemate 24 miniature, oltre al caduto ci sono otto picchieri e dodici moschettieri più il comando del reggimento. Le due foto qui sotto mostrano la sistemazione delle miniature sulla base.

Reggimento francese di fanteria La Marche
Reggimento francese di fanteria La Marche. Miniature Pendraken, materiale scenico autocostruito.
Reggimento di fanteria La Marche
Reggimento di fanteria La Marche. Miniature Pendraken.

Per fare un confronto qui di seguito un reggimento di fanteria irlandese dello stesso periodo, fine del XVII secolo, con miniature 15mm. Rispetto alla base in 10mm si perde la divisione tra il blocco centrale composto dai picchieri e le due ali di moschettieri.

Reggimento di fanteria irlandese
Reggimento di fanteria irlandese (giacobita). Miniature Venexia, materiale scenico autocostruito.

La Guerra della lega di Augusta

Published / by gualtiero.grassucci / Leave a Comment

La Guerra della lega di Augusta (o Guerra della grande alleanza, riferita all’alleanza che unì contro la Francia la maggior parte degli stati dell’Europa occidentale) è stato un conflitto che ha chiuso un secolo già martoriato da una serie infinita di conflitti. La causa scatenante, poco più di una scusa, fu l’invasione francese del Palatinato destinata a sostenere il proprio candidato al principato tedesco. In realtà il problema era, ancora una volta, quello di bilanciare il potere di Luigi XIV che minacciava di egemonizzare l’Europa sotto il trono di Francia.

Liste per la Guerra della lega di AugustaLa guerra vide coalizzarsi nella lega di Augusta l’Inghilterra, da poco governata da William III d’Orange, la Repubblica delle province unite, gli Asburgo, i regni nordici di Danimarca e Svezia, la Spagna e, infine, il ducato di Savoia. Dalla Germania lo scontro si estese all’Irlanda, dove gli Stuart, finanziati dalla Francia, cercarono di riguadagnare il trono inglese, e al Nord-America.

Dopo nove anni di assedi e sanguinosi scontri la situazione il trattato di Ryswick del 1697 lasciò praticamente invariata la situazione dell’inizio del conflitto, lasciando quindi insoluti tutti i problemi che, nei progetti dei regnanti europei, la guerra avrebbe dovuto risolvere e seminando i germi di una nuova grande guerra che di lì a poco avrebbe di nuovo sconvolto il continente.

Le battaglie della Guerra della grande alleanza possono essere giocate con la versione seicentesca di A la Guerre…: ¡¡No queda sino batirnos!! La versione 2.0 del regolamento propone alcune tipologie specifiche di truppe per questo periodo di transizione, le profonde formazioni di fanteria armate di picche di inizio secolo stanno per essere soppiantate dalla fanteria di linea che avrà nel fuoco dei moschetti la principale arma offensiva e difensiva.

Le liste sono state appena riviste e si possono scaricare seguendo questo collegamento: alaguerre.luridoteca.net/material/alglaw.pdf mentre sono disponibili sin da ora due scenari entrambi relativi a scontri combattuti in Piemonte e che hanno tra i protagonisti i Savoia e il loro ducato: la battaglia di Staffarda del 1690 e quella della Marsaglia del 1693. Le liste e gli scenari per la Guerra della lega di Augusta si affiancano alle liste e agli scenari (Newtown 1689Oldbridge 1690, Aughrim 1691) per la Guerra dei due re, ambientazione irlandese dello stesso conflitto, già presenti sul sito.