Categoria: de cape et d’épée

de cape et d’epée 2.0!

Published / by gualtiero.grassucci / Leave a Comment

Il regolamento della serie A la Guerre… dedicato ai piccoli scontri e alle scaramucce, de cape et d’epée (di cappa e spada) è stato rivisto e ampliato nella nuova versione 2.0 che è possibile scaricare, come di consueto gratuitamente, dal sito.

Moschettieri a KillygullanA parte alcune piccole correzioni qui e là, ci sono due sostanziose novità:

  • La nuova versione introduce le azioni collaborative, azioni che tutti i personaggi di una squadra possono compiere congiuntamente, per raggiungere insieme un obiettivo (costruire una fortificazione, distruggere un edificio, …). Il meccanismo è semplice e abbastanza elegante: il punteggio del dado di attivazione si moltiplica per i personaggi della squadra, il totale è il numero di punti azione (PA) disponibili per l’azione dell’intera squadra. Se questi PA sono sufficienti la squadra riesce nel suo intento. Non è una completa novità in quanto un meccanismo simile era stato introdotto in alcuni scenari (per esempio Bruciate tutto!) ma ora le regole sono organizzate meglio e armonizzate con il resto del regolamento.
  • Ora è possibile giocare anche con l’artiglieria. Certo non con un’intera batteria di cannoni o di obici, vista la scala del regolamento, ma con un singolo pezzo o con un solo mortaio. Sono possibili nuovi scenari e situazioni che prima non era possibile simulare.

Nei prossimi giorni saranno aggiornate le liste (niente paura, nessun cambiamento sostanziale, solo l’ampliamento per tener conto della possibilità di schierare singoli pezzi di artiglieria).

Il regolamento, in formato PDF è disponibile seguendo questo collegamento oppure nella pagina Download del sito.

Approfittiamo per ricordare che si tratta di un PDF evoluto. In particolare:

  • ogni voce del sommario è un collegamento funzionante che rimanda al capitolo/paragrafo corrispondente;
  • i rimandi nel testo, in genere del tipo  (cfr. 4.0 Movimento a pagina 19) … , sono anch’essi collegamenti funzionanti che portano al capitolo/paragrafo menzionato;
  • in caso di stampa è possibile nascondere il livello chiamato Sfondo che contiene la grafica di sfondo (per l’appunto) della pagina e risparmiare inchiostro.

Sulla via di Derry: lo scenario per Hellana 2018

Published / by gualtiero.grassucci

Nel 1689 i soldati inglesi e nordirlandesi controllano le contee dell’Ulster ma gli eserciti fedeli a Giacomo II Stuart si stanno organizzando per marciare su Derry, principale base inglese nell’Irlanda del nord. Nelle campagne dell’Ulster i picchetti guglielmiti cercano di controllare il territorio mentre i giacobiti iniziano ad avanzare verso nord.
Sulla via di Derry: granatieri e fanti inglesiVie e crocevia nelle contee dell’Ulster sono controllati dai soldati inglesi e dai loro alleati con il duplice scopo di tenere sotto controllo il territorio e scorgere il prima possibile le avanguardie giacobite in marcia verso Derry (Londonderry per i guglielmiti). In particolare granatieri e fanti inglesi e olandesi presidiano un crocicchio a Killygullan, poche miglia a sud di Newtown (oggi Newtownbutler).
Da qui prende il via lo scenario Sulla via di Derry che porteremo ad Agliana  (https://www.facebook.com/events/1776700115958211/) il prossimo fine settimana in occasione di Hellana 2018!

Uno scontro imperniato su due squadre di granatieri da una parte e due drappelli di dragoni, uno dei quali di elite, dall’altra. Si tratta del primo scenario skirmish proposto su questo sito con truppe armate di granata. Siamo curiosi di vedere come sarà giocato ad Agliana!

de cape et d’épée: aggiornamento delle liste

Published / by gualtiero.grassucci

Le liste per la Guerra dei due re dedicate al regolamento skirmish de cape et d’épée sono state aggiornate. La modifica riguarda un piccolo aspetto, ma forse non trascurabile, dell’uso dei moschetti a pietra focaia.

Infatti un moschetto a pietra focaia può essere ricaricato con un solo punto azione (PA) e quindi un personaggio con 3PA che inizia il proprio impulso con il moschetto già carico, può riuscire a sparare due volte: spara il primo colpo usando 1PA, ricarica con il secondo PA e spara ancora con il terzo e ultimo PA. Squadre equipaggiate con questa arma possono risolvere una partita solo con il tiro, evitando accuratamente le mischie e i combattimenti corpo a corpo.

I moschetti giunti in Irlanda, però, non brillavano certo per qualità dei materiali e precisione della costruzione, per cui si è preferito aggiungere una regola, valida solo per questo teatro di guerra, che, testualmente, recita: … a eccezione dei fanti della Guardia olandese (Repubblica delle Province unite), il secondo colpo sparato nello stesso impulso da un personaggio armato con moschetto a pietra penalizza l’abilità di tiro di -1

In questo modo si tiene conto, come detto, della bassa qualità delle armi che sicuramente rendeva un po’ più complessa l’operazione di ricarica del moschetto, in modo particolare quando eseguita in fretta. La modifica è riportata a pagina 2 delle liste, nel paragrafo 3.1.2 Moschetto a pietra focaia.

Questa regola non si applica se il tiro avviene in due impulsi differenti. In altre parole, se un personaggio spara in un impulso e nel successivo, avendo almeno due PA, ricarica e tira di nuovo, questo secondo colpo non è penalizzato!

Nuove liste per de cape et d’epée

Published / by gualtiero.grassucci / Leave a Comment

Fanti irlandesiÈ ora disponibile una serie di liste per il regolamento A la Guerre… de cape et d’epée : la Guerra dei due re in Irlanda, una serie di conflitti appendice della Gloriosa rivoluzione chiamate spesso anche Rivolte giacobite. La lista, come sempre disponibile gratuitamente in formato PDF, è scaricabile seguendo questo collegamento.
Oltre a descrivere le truppe che operarono in Irlanda nel periodo compreso tra il 1689 e il 1691, contiene alcune interessanti novità che ampliano le possibilità tattiche sul tavolo di gioco. Innanzitutto la presenza di fanti armati di moschetto a pietra focaia che permette una ricarica più rapida e quindi un impiego di questi soldati sul campo di battaglia più orientato al tiro che allo scontro corpo a corpo. Inoltre ci sono truppe equipaggiate con granate, i granatieri appunto, e sarà interessante capire quanto quest’arma possa essere utile sul terreno.
A breve saranno pubblicati i primi scenari per questo periodo storico. In particolare, lo scontro al guado del Melehan river, nei pressi di Aughrim, scenario che sarà presentato a Empoli Games 2017 – https://www.facebook.com/events/222629934866910/ – in autunno.

de cape et d’epée: liste per la Guerra dei trent’anni

Published / by gualtiero.grassucci / Leave a Comment

Dal 1618 al 1648 l’Europa fu attraversata in lungo e in largo da una moltitudine di eserciti che affrontandosi sui campi di battaglia in Germania, nelle Fiandre, ma anche in Italia, diedero vita a quella che successivamente fu chiamata la Guerra dei trent’anni. Un conflitto combattuto anche (o forse soprattutto) da mercenari, professionisti della guerra, che spesso non sapevano far altro nella vita. Personaggi magistralmente descritti da Arturo Perez-Reverte nei suoi romanzi della saga del capitano Alatriste.

Il regolamento de cape et d’epée è perfetto per rivivere su un tavolo di gioco e poi raccontare le storie di questi soldati, forse avventurieri, forse soldati di ventura.

Per meglio simulare le vicende dei soldati della Guerra dei trent’anni, di questo si tratta infatti, è ora disponibile una serie di liste e alcune regola speciali che specificano le caratteristiche dei combattenti della prima metà del seicento. Perfette per ambientare una partita, un’avventura, nell’Europa del XVII secolo, si integrano (e forniscono una base) con le liste che descrivono i personaggi dei romanzi di Alexandre Dumas – http://alaguerre.luridoteca.net/material/dcdedumas.pdf.

Le liste, come al solito gratuite, si possono trovare qui: alaguerre.luridoteca.net/?page_id=899, mentre il regolamento è disponibile nella pagina download del sito.

Lo scenario per la battaglia del Boyne

Published / by gualtiero.grassucci / Leave a Comment

Pubblicato lo scenario per la battaglia del fiume Boyne, combattuta nei pressi di Drogheda (Irlanda) il 12 luglio 1690.

Quella del fiume Boyne è la battaglia più famosa combattuto in Irlanda. Battaglia che vide in campo due re: Guglielmo III d’Orange, da due anni sul trono inglese, e Giacomo II, spodestato nel corso della Gloriosa rivoluzione che consegnò la corona di Inghilterra a Scozia proprio a Guglielmo III.
Sul terreno si affrontarono circa 30.000 sostenitori di Guglielmo III, detti guglielmiti dal nome del re, per lo più inglesi, scozzesi e nord-irlandesi, sostenuti da truppe ben addestrate e meglio equipaggiate provenienti dalla Repubblica delle Province unite (l’attuale Olanda) e dalla Danimarca. Contro di loro 25.000 giacobiti, i sostenitori di Giacomo II – Jacob, appoggiati da un contingente di soldati francesi inviati da Luigi XIV.
La battaglia si risolse a favore degli inglesi consegnando la capitale Dublino a Guglielmo III. La guerra però proseguì per un altro anno ancora, fino alla decisiva battaglia di Aughrim del 22 luglio 1691, quando gli insorti furono definitivamente sconfitti.
La battaglia di Oldbridge
Massimo Petrini e Gabriele Rodolico sono al comando delle truppe inglesi a Oldbridge

In realtà sono proposti due scenari. Il primo vuole simulare gli scontri principali, combattuti attorno ai guadi sul fiume Boyne, e si può giocare su un tavolo classico di wargame, anche se piuttosto grande. Il secondo ricostruisce l’intera battaglia strategica, l’avvicinamento delle truppe di Guglielmo III al fiume provenienti da nord e le conseguenti manovre dell’esercito irlandese; questa ampia simulazione può essere giocata con le regole per la battaglia strategica contenute nel supplemento A di A la Guerre… che si può scaricare, come sempre gratuitamente, nella pagina Download.

Il regolamento copre abbastanza bene la campagna in Irlanda del 1689-1691 infatti, oltre alle liste per le Guerre dei due re, ci sono ben quattro scenari storici e uno ipotetico mentre le liste e due scenari per il regolamento skirmish de cape et d’epée sono in preparazione:
– lo scontro principale della battaglia del Boyne al guado di Oldbridge
– uno scenario ipotetico sullo scontro a Duleek, nel corso della ritirata dell’esercito giacobita
Alcune foto dello scenario di quest’ultima battaglia, presentato a Livorno Wargames il 4 maggio 2014, le potete vedere qui. Ci sono anche alcune foto della battaglia di Oldbridge giocata a Latina l’undici dicembre 2013.

Un nuovo scenario per de cape et d’épée

Published / by gualtiero.grassucci / Leave a Comment

C’è un nuovo scenario per la versione skirmish di A la Guerre…: Si raggiunge il reggimento (qui c’è la versione completa in formato PDF).

Si tratta di un episodio ispirato a Il visconte di Bragelonne di Alexandre Dumas. Non possiamo qui rivelare i dettagli perché ci sono un paio di informazioni che è meglio non divulgare per non guastare la sorpresa ai giocatori. Infatti è un scenario che da il meglio di sé se il game master è l’unico a conoscere tutti i dettagli, lasciando ai giocatori il gusto di scoprire cosa c’è sotto via via che la partita prosegue. Non che il game master non possa giocare: può controllare i civili e gli altri personaggi non schierati ma la sua parte non sarà solo di contorno!

A la Guerre… de cape et d’épée

Published / by gualtiero.grassucci / Leave a Comment

Di cappa e spada

Alcune pagine del regolamento
Alcune pagine del regolamento de cape et d’épée

La serie di regolamenti A la Guerre… si arricchisce di un set di regole per piccoli scontri e scaramucce: un regolamento skirmish con cui simulare scontri, zuffe, tafferugli, ma anche combattimenti casa per casa, ricognizioni, missioni di esplorazione o raid per il foraggio. Tutto questo è de cape et d’épéedi cappa e spada!

Il materiale, le liste e gli scenari saranno disponibili nei prossimi giorni. Iniziamo intanto con una pagina che riassume il regolamento e descrive le meccaniche principali del gioco: Come si gioca a de cape et d’épée (la versione beta del regolamento si può scaricare direttamente da qui oppure dalla pagina Download). Ci sono anche i primi scenari, che diventeranno rapidamente molti di più, come è caratteristica per i regolamenti della serie A la Guerre…

Dadi.com a San Marino

Published / by gualtiero.grassucci / 5 commenti su Dadi.com a San Marino

Fine settimana a San Marino lo scorso 7-8 maggio, per partecipare a Dadi.com e presentare ben due scenari:

Un esperimento visto raramente nelle manifestazioni italiane, due scenari collegati. Il primo permette di simulare un piccolo scontro alcune ore prima dell’alba sullo stesso terreno dove al sorgere del Sole si svolgerà la battaglia campale. Lo scontro di schermaglia liberamente ispirato a un evento narrato da Alexandre Dumas ne Il visconte di Bragelonne, la battaglia ricostruisce il combattimento, storico, tra l’armata di soccorso spagnola e l’esercito francese impegnato nell’assedio di Dunkerque.

[huge_it_gallery id=”2″]

Altre foto della partita giocata a San Marino in occasione di Dadi.com 2016 le potete trovare qui.

Dadi.com 2016

Published / by gualtiero.grassucci / Leave a Comment

Siamo in partenza! Si inizia la campagna di Dadi.com (manifestazione sanmarinese in concomitanza con San Marino Game Convention). Quest’anno abbiamo pensato di allargarci un po’: saremo presenti sin dalla mattina di sabato con de diversi scenari:

  • Bruciate tutto! per il nuovissimo regolamento de cape et d’épée (di cappa e spada) per piccole schermaglie nell’era della picca e del moschetto. Lo scenario, intrigante, è ispirato a un evento narrato da Alexandre Dumas nel suo Il visconte di Bragelonne, ultimo romanzo del ciclo dei moschettieri. E infatti tra i protagonisti troverete il conte del la Fére, meglio noto come Athos, e il guascone d’Artagnan.
  • La battaglia delle dune, Dunkerque 1658. Una strana battaglia che vide l’esercito francese affrontare, sulle spiagge del nord della Francia, un armata spagnola con truppe inglesi (parlamentari) schierate a sostegno dei soldati di Luigi XIV e fanti inglesi sul fronte opposto, insieme ai francesi della Fronda. Un vero rompicapo.