Mese: novembre 2015

La guerra franco-spagnola

Published / by gualtiero.grassucci

La pace di Vestfalia nel 1648 pose termine alla Guerra dei trent’anni (qui trovate le liste per questo conflitto), sanguinoso conflitto che aveva flagellato l’Europa, da cui usciva sconfitta la casa d’Asburgo. I due trattati, di Münster e Osnabrück, mettevano fine alle ostilità tra l’Austria degli Asburgo, la Francia, la Svezia e tutti i principati ed elettorati tedeschi. I trattati costituivano anche l’epilogo della centenaria lotta per l’indipendenza delle Province Unite dalla Spagna ma la situazione politica della Francia, con le  lotte intestine tra i frondisti e il cardinale Mazzarino, spinse Filippo IV, sovrano spagnolo, a proseguire la lotta con il potente vicino. Tanto più che nel 1646 Luigi II di Borbone-Condé, all’epoca al servizio della corona di Spagna aveva preso Dunkerque, preziosa base per minacciare i commerci inglesi nella Manica.

Guerra franco-spagnola: le liste
Guerra franco-spagnola: le liste

Il conflitto tra Francia e Spagna, che si protrasse fino al 1659, è la diretta conseguenza di quella mancata firma. Noto come Guerra franco-spagnola per gli anglosassoni è invece la Guerra anglo-spagnola, visto che dal 1655 il cardinale Mazzarino, primo ministro di Francia, e Oliver Cromwell, Lord Protector of the Commonwealth of England, diedero vita a un’alleanza a tempo, rinnovabile di anno in anno, che aveva come principale obiettivo, per gli inglesi, la riconquista dei porti sulla costa settentrionale della Manica, ora in mano spagnola.

Una guerra strana che vide gli inglesi su entrambi i fronti: i parlamentari, con e truppe del New Model Army, dalla parte di Mazzarino e della Francia, i realisti, i Cavalier, con Filippo IV e la Spagna. Anche i francesi non furono da meno, i frondisti, avversari di Mazzarino, combatterono sotto le bandiere spagnole. E tra di loro non mancarono fuoriusciti famosi, come il già citato principe di Condé.

Giocare la Guerra franco-spagnola

Per quanto periodo di nicchia è un, per certi versi, il paradiso dei wagamer. Innanzitutto le battaglie (la battaglia delle Dune, di Arras, di Valenciennes) sono di dimensioni ideali sia per gli effettivi, 15.000 – 20.000 uomini per parte, sia per le dimensioni del tavolo.

In secondo luogo le miniature. Se avete un po’ di miniature per la Guerra civile inglese (qui trovate le liste per la Guerra dei tre regni, nome anglosassone per la guerra civile) e un po’ di miniature per la Guerra dei trent’anni le potete schierare sullo stesso campo di battaglia e su entrambi i fronti.

Infine le truppe. Nei due eserciti combatterono, in quegli anni, praticamente solo soldati veterani con anni di campagne alle spalle, reggimenti forgiati dalla Guerra dei trent’anni o dalla Guerra civile inglese, e quindi le vostre schiere di miniature avranno caratteristiche di assoluto rilievo!

La Guerra franco-spagnola si può giocare con A la Guerre…, ora sono disponibili le liste per questo conflitto, le potete trovare qui ed è già pronto lo scenario per la battaglie delle Dune o battaglia di Dunkerque.

Ora è tutto pronto, quindi … a la guerre …