La battaglia de La Marfée del 1641

È ora disponibile lo scenario per la battaglia de La Marfée, combattuta il 6 luglio del 1641 nei pressi di Sedan, in Francia (vedi la carta degli scenari).

Gaspard III de Coligny marchese d’Andelot
Gaspard de Coligny, duca di Chatillon e marchese d’Andelot

Da poco ho scoperto che le due sollevazioni contro il potere di Mazzarino, rispettivamente guidate della borghesia (Fronda parlamentare) la prima e della nobiltà (Fronda dei principi o Fronda nobiliare) la seconda, furono precedute di una decina di anni da un moto di ribellione che ebbe il suo centro politico nel principato, allora indipendente, di Sedan e tra gli animatori Luigi di Borbone, conte di Soissons, principe di sangue e cugino del re, e Enrico de La Tour d’Auvergne, principe di Sedan. Quindi non due personaggi qualsiasi nella Francia di allora.
La situazione giunse a un punto tale che Richelieu inviò contro gli oppositori un esercito, l’armata della Champagne, guidata da Gaspard de Coligny, duca di Chatillon. La battaglia tra l’armata reale e i ribelli, sostenuti da un contingente spagnolo (ricordiamoci che siamo nel pieno della fase finale della Guerra dei trent’anni) è ricostruita in questo scenario.
Malgrado la vittoria dei Principi della pace, denominazione che deriva dal manifesto politico degli oppositori, a la Marfée, la rivolta ebbe termine nel 1642 e il principato di Sedan fu annesso alla Francia.

Per l’occasione sono state anche riviste le liste per la Guerra dei trent’anni e per la Guerra franco-spagnola, aggiungendo alcuni generali, le caratteristiche delle truppe sono rimaste invariate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *