Québec 1759

13 settembre 1759

La prima battaglia dei piani di Abramo

Scarica le liste per la Guerra Franco-indiana e lo scenario in formato PDF. Scenari collegati: St. Foy 1760.

Il generale Wolfe, dopo mesi di assedio, sbarca alle spalle della città di Québec, Montcalm, comandante delle truppe francesi, esce dalle mura per affrontare il nemico prima che la flotta britannica riesca a rinforzare la testa di ponte. I due eserciti si affrontano sui Piani di Abramo, un altopiano situato ad occidente di Quebec, secondo i più classici canoni di guerra del settecento.

Quebec 1759

Legenda

Truppe
Fanteria di linea Granatieri Artiglieria Dragoni Fanteria leggera
Fanteria Granatieri Artiglieria Dragoni Fanteria leggera
Fanteria della guardia Picchieri Corazzieri Cavalleria pesante
Guardia Picchieri Corazzieri Cavalleria pesante
Traini o carriaggi Cavalleria della Guardia Cavalleria leggera
Traini o carriaggi Cavalleria della Guardia Cavalleria leggera
Nazionalità
Francia Inghilerra
Francia Inghilterra

Nella mappa ogni settore/quadrato misura 20cm nella scala 6mm o 10mm, 27cm nella scala 15mm (in questa scala si può arrotondare a 30cm la dimensione del quadrante), 40cm nella scala 20mm(1/72) e 25/28mm. Ogni unità sulla mappa rappresenta un reggimento di fanteria o di cavalleria. Le unità di artiglieria sono batterie di otto cannoni (a meno che non sia specificato diversamente).

Note

Il San Lorenzo non è guadabile, tutti gli altri corsi d’acqua sì, ostacoli di livello 1. Le scarpate sul San Lorenzo non sono transitabili, i restanti pendii sono normali. I boschi hanno vdf1. La fattoria nel settore D1 può essere occupata da una base di fanteria o da una batteria di artiglieria e ha vdf1, il mulino (settore D4) può essere occupato da una base di fanteria al massimo di forza 2.

La linea di comunicazione inglese passa per l’Anse-au-Foulon (quadrante B2), quella francese per le strade verso Quebec (quadranti D1-D2).

Il battaglione situato all’estrema ala destra dell’esercito inglese dovrebbe essere schierato in modo da essere rivolto verso la scarpata sul San Lorenzo, ad angolo retto con il battaglione immediatamente alla sua sinistra, con lo scopo di proteggere il fianco da schermagliatori francesi appostati nel bosco. Gli schermagliatori non sono rappresentati perché troppo pochi per la scala del regolamento, per cui nello schieramento l’ultimo battaglione a destra risulta in linea con i precedenti.

La linea di rifornimento dell’esercito francese va verso Quebec ed esce dal tavolo nel settore H2. La linea di rifornimento dell’armata inglese va verso il fiume San Lorenzo (non c’è strada) ed esce dal tavolo nel settore C1 passando sull’argine sinistro (orientale) del corso d’acqua che corre verso il fiume San Lorenzo.

Regole speciali

Non ci sono regole speciali per questo scenario.

Protagonisti

Louis-Joseph de Montcalm marchese di St. Véran James Wolfe
Louis-Joseph de Montcalm marchese di St. Véran
(Candiac 1712 – Québec 1759)

James Wolfe
(Westerham 1727 – Québec 1759)

Esercito francese

4.650 uomini: 4.500 fanti e 3 cannoni da campo

  • Esercito francese: Montcalm +2 10um – 5d6 [4]
    • FrLn 1/1/0 – FrLn 1/1/0 Regolari (rgt. Guyenne, Béarn)
    • FrLtArt 1/2/- (2)
    • de Fontbrune 0 8um ala sinistra
      • FrMi 0/0/0 sk/ln – FrLn 1/1/0 (rgt. Milizia di Motreal, di Trois Rivieres, Royal Roussillon)
    • Senzergues 0 8um ala destra
      • FrLn 1/1/0 – FrLn 1/1/0 – FrMi 0/0/0 sk/ln Ala destra (rgt. Languedoc, La Sarre, La Colonie)
      • FrMi 0/0/0 sk/ln – FrNA 0/0/1 sk Milizia (rgt. Milizia di Quebec, di Motreal)

Esercito francese

Esercito inglese

4.500 uomini: 4.500 fanti

  • Esercito inglese: Wolfe +2 10um – 5d6 – [8]
    • BrLt 1/1/1 (2) Sk/Ln
    • Townsend -1 6um ala sinistra
      • BrLt 2/1/1 sk/ln – BrLt 2/1/1 sk/ln Fanteria leggera (rgt. 60th Royal American)
      • BrLn 1/1/0 – BrLn 1/1/0 Fanteria di linea (rgt. 15 th Foot, 48 th Foot)
    • Murray 0 8um centro
      • BrLn 1/1/0 – BrHi 2/1/1 sk/ln Brigata Murray (rgt. 58 th, 78 th Highlanders, 47 th Foot)
    • Moncton 0 8um ala destra
      • BrLn 1/1/0 – BrLn 1/1/0 Brigata Moncton (rgt. 28 thFoot, 35 th Foot, 43th Foot)

Esercito inglese

Scenario alternativo

Lo scenario storico è fortemente sbilanciato a favore degli inglesi. È possibile modificarlo (per aumentare la giocabilità) aggiungendo le truppe di Bougainville che entrano in gioco dall’ottavo turno dal bordo del tavolo in prossimità del settore A1; a partire dall’ingresso della riserva il giocatore francese tira 6d6 di attivazione. I reggimenti metropolitani entrano in linea, la milizia può entrare in linea o in ordine aperto. È possibile utilizzare l’ingresso casuale dei rinforzi (cfr. 13.2 Ingresso casuale dei rinforzi nel regolamento).

L’ordine di battaglia dell’esercito inglese non subisce modifiche, però il giocatore inglese può distaccare una o due basi schierandole nel settore A1, al limitare del bosco (non dentro il bosco). L’ordine di battaglia francese è riportato di seguito.

Esercito francese

12.150 uomini: 12.000 fanti.

  • Esercito francese: Montcalm +2 10um – 4d6 [4] – 5d6 [5]
    • FrLn 1/1/0 – FrLn 1/1/0 Regolari (rgt. Guyenne, Béarn)
    • FrLtArt 1/2/- (2)
    • de Fontbrune 0 8um ala sinistra
      • FrMi 0/0/0 sk/ln – FrLn 1/1/0 (rgt. Milizia di Motreal, di Trois Rivieres, Royal Roussillon)
    • Senzergues 0 8um ala destra
      • FrLn 1/1/0 – FrLn 1/1/0 – FrMi 0/0/0 sk/ln Ala destra (rgt. Languedoc, La Sarre, La Colonie)
      • FrMi 0/0/0 sk/ln – FrNA 0/0/1 sk Milizia (rgt. Milizia di Quebec, di Motreal)
    • Bougainville 0 8um riserva
      • FrLn 1/1/0 – FrLn 1/1/0 – FrMi 0/0/0 sk/ln

Esercito francese scenario alternativo

La storia

La Francia nel corso della Guerra dei Sette Anni aveva concentrato risorse umane e materiali soprattutto sul fronte continentale abbandonando la Nouvelle France al suo destino. Il blocco navale inglese aveva rafforzato l’isolamento delle truppe francesi nel Nord-America ed impedito l’arrivo di rinforzi e rifornimenti.

La mattina del 13 settembre, dopo un’estate di assedio, il generale Wolfe riescì a sbarcare con le sue truppe sulla riva settentrionale del San Lorenzo, alle spalle della città di Quebec, sfruttando un approdo, alla foce di un torrente, chiamato dai francesi Anse-au-Foulon.

Il generale Montcalm uscì dalla città per affrontare il nemico sperando di impedire agli inglesi, padroni del fiume grazie alla loro flotta, di trasbordare rinforzi ed artiglieria.

La battaglia fu combattuta secondo i canoni settecenteschi, se si eccettuano le schermaglie di miliziani canadesi e nativi americani alleati dei francesi nascosti nei boschi a nord dei Piani di Abramo.

I francesi avanzarono in linea verso lo schieramento nemico, ma il tiro serrato dei battaglioni inglesi scompaginò le forze francesi, provocando gravi perdite e fermandone l’avanzata. Quando la linea di Wolfe si mosse all’attacco a sua volta i francesi ruppero lo schieramento e fuggirono disordinatamente verso Quebec.

Le truppe di Bougainville, provenienti da Troi Rivieres, non poterono far altro che osservare da lontano la linea di Montcalm in fuga e dopo una breve scaramuccia si ritirano verso occidente senza impegnare il nemico. Sia Wolfe che Montcalm, feriti mortalmente nel corso della battaglia, non videro l’alba del giorno successivo.

La città si arrese qualche giorno dopo e fu occupata dagli inglesi. L’inverno, ed il fiume ghiacciato, fecero ritirare la flotta britannica e le truppe occupanti furono a loro volta assediate fino alla primavera seguente. Prima dell’arrivo dei soccorsi, però, i francesi fecero un tentativo di riprendere Quebec: la Seconda battaglia dei Piani di Abramo o battaglia di St. Foy.

La battaglia di Quebec le foto
Le foto dello scenario sulla battaglia di Québec del 1759 presentato dalla Lu(ri)doteca a Crema in occasione di Dadi.com 2008