Alerheim 1645

3 agosto 1645 (la seconda battaglia di Nordlingen)

Sta viator, heroem calcas! (Fermati viaggiatore, tu calpesti un eroe!)

Scarica le liste per a Guerra dei Trent’anni e lo scenario in formato PDF. Scenari collegati: Rocroi 1643, Jankov 1645, Herbsthausen (Mergentheim) 1645.

Nel pieno dell’estate del 1645 l’armata francese di Germania invade la Baviera una volta ancora e trova, di nuovo, a bloccargli la strada, i soldati del barone von Mercy (che lascerà la propria vita sul campo). Sarà una battaglia sanguinosa e feroce e i francesi pagheranno a caro prezzo la vittoria.

Alerheim 1645 mappa

Legenda

Truppe
Fanteria di linea Granatieri Artiglieria Dragoni Fanteria leggera
Fanteria Granatieri Artiglieria Dragoni Fanteria leggera
Moschettieri Picchieri  Grandi unità di fanteria Corazzieri Cavalleria pesante
Moschettieri Picchieri Tercios Corazzieri Cavalleria pesante
Traini o carriaggi Cavalleria della Guardia Cavalleria leggera
Traini o carriaggi Cavalleria della Guardia Cavalleria leggera
Nazionalità
Baviera Sacro Romano Impero Fanteria di linea
Baviera Sacro Romano Impero Francia

Nella mappa ogni settore/quadrato misura 20cm nella scala 6mm o 10mm, 27cm nella scala 15mm (in questa scala si può arrotondare a 30cm la dimensione del quadrante), 40cm nella scala 20mm(1/72) e 25/28mm. Ogni unità sulla mappa rappresenta un reggimento di fanteria o di cavalleria. Le unità di artiglieria sono batterie di sei cannoni (a meno che non sia specificato diversamente).

Note

La cittadina di Alerheim (chiamata anche Allerheim o Allerscheim) può essere occupata da due basi di fanteria e/o una batteria di artiglieria. Gli altri centri abitati da una base di fanteria o una batteria di artiglieria a eccezione del castello di Alerheim che, in rovina, è intransitabile. Attenzione: la fattoria che si trova nel settore C2 non è parte del villaggio di Alerheim. Le fortificazioni bavaresi (settori B2-C2 e C2-D2) hanno vdf1.

I corsi d’acqua sono transitabili da fanteria e cavalleria, ostacolo livello 1, ma non dall’artiglieria. I boschi sono tutti normali e hanno vdf1.

La linea di comunicazione dell’esercito della Lega cattolica corre lungo la strada per Fessenheim ed esce dal tavolo nel settore B4. La linea di comunicazione dell’esercito francese (in realtà composto da francesi e soldati dell’Hesse-Kassel) passa per la strada che porta a Nordlingen ed esce dal tavolo nel settore C1.

Regole speciali

La resa della guarnigione di Alerheim

La guarnigione bavarese di Alerheim fu convinta ad arrendersi nel corso di una trattativa che si svolse quando la battaglia non era ancora del tutto decisa ma i generali francesi ebbero buon gioco nel far pesare la confusione, le perdite elevate da ambo le parti e le difficoltà di comunicazione tra i reparti imperiali fino a convincere i difensori a cedere le armi anche se si stava ancora combattendo sul resto del campo di battaglia.

Per simulare questa situazione le truppe che presidiano Alerheim sono costrette a eseguire un test di morale ogni volta che la divisione di cui fanno parte non ha ordini o quando si trovano fuori (dal raggio di) comando (del proprio generale di divisione). Se il test è fallito le basi che si trovano all’interno del paese sono immediatamente rimosse dal gioco e contano come in rotta ai fini del calcolo della coesione della divisione e dell’esercito.

Protagonisti

Luigi II di Borbone principe di Condé detto il Grand Condé nessuna immagine disponibile
Luigi II di Borbone principe di Condé e duca d’Enghien detto il Grand Condé
(Parigi 1621 – Fontainebleau 1686)
ritratto di Justus van Egmont
Franz von Mercy
signore di Mandre e di Collenburg
(… – Alerheim 1645)

Lega cattolica

16.100 uomini: 10.000 fanti, 4.200 cavalieri, 1.000 dragoni e 18 cannoni da campo

  • Lega cattolica: von Mercy +1 8um – 4d6 [15]
    • BvMdArt 1/0/- – BvLtArt 1/0/- – BvLtArt 1/0/-
    • von Werth 0 8um ala sinistra
      • BvCav 2/-/2 a – BvCav 2/-/2 a (rgt. Lapierre, Sporck, Fleckenstein, de Werth)
      • ImRei 1/0/-1 (rgt. Creutz, Salis)
      • BvPk 1/0/2 (rgt. Winterscheld, Puech) guarnigione di Schloss Alerheim
    • von Reuschenberg +1 8um centro
      • BvPk 1/0/2 (rgt. de Hasi, Cobb, Mercy) guarnigione di Alerheim
      • ImPk 2/0/2 a – ImPk 2/0/2 a (rgt. Boumonville-Hennin, Gallas, Goldt)
      • BvPk 2/0/2 a – BvPk 1/0/2 (rgt. Reuscehnberg, Royer)
      • BvPk 2/0/2 – BvPk 1/0/2 (rgt. Marimont, Mercy)
      • BvDr 1/-2/-1 – sk/ln (1/1/-1  – sk) (rgt. Jung-Kolb, Sperreuter, Frei Komp)
    • Geleen 0 8um ala destra
      • ImPk 2/0/2 a – ImPk 2/0/2 a (rgt. Mandelslohe, Plettenberg)
      • ImCav 2/-/2 a – ImCav 2/-/2 a (rgt. Holstein, Hiller, Gayling)
      • BvCav 1/-/1 a (rgt. Alt-Kolb)
      • BvLC 0/-1/0 – sk/ln (rgt. Cosalkhi, Stahl, Gouschnetz)

Alerheim 1645 Lega cattolica

Armata francese

16.900 uomini: 10.000 fanti, 5.400 cavalieri e 30 cannoni da campo

  • Armata francese: Condé +2 10um – 7d6 [12]
    • Turenne +1 8um ala sinistra
      • FrLtArt 1/0/-
      • FrPk 1/-1/1 – FrPk 1/-1/1 – FrPk 1/-1/1 (rgt. Franc, Lopez, Uffel, Vrede, Staufer, Kotz)
      • von Taupadel +1 8um cavalleria
        • FrCav 1/-/2 a – FrCav 1/-/2 a – FrCav 1/-/2 a (rgt. Mazarin, Ruswumb, Taupadel, Tracy, Turenne, Oysonville, Beauveau, Neu-Rosen, Alt-Rosen)
        • FrCav 1/-/2 a – FrCav 1/-/2 a (rgt., Fleckenstein, Kanoffsky, Ohm, Betz, Rauchhaput, Schwert, Beaucort, Groote, Geis)
    • Bellenave 0 8um centro
      • FrMdArt 1/0/- – FrMdArt 1/0/- – FrLtArt 1/0/-
      • FrPk 1/-1/1 – FrPk 1/-1/1 (rgt. Bellenave, Oysonville, Mazarin, Conti, Enghien)
      • FrPk 1/-1/1 – FrPk 1/-1/1 (rgt. Persan, Grammont, Le Havre, Montausier)
    • de Guiche +1 8um ala destra
      • FrLtArt 1/0/-
      • FrPk 1/-1/1 – FrPk 1/-1/1 – FrPk 1/-1/1 (rgt. Truchess, Wall, Fabert, Garnison)
      • Rohan +1 8um cavalleria
        • FrCav 1/-/2 a – FrCav 1/-/2 a (rgt. Grades, Carabins, Mazarin, Enghien, Grammont)
        • FrCav 1/-/2 a – FrCav 1/-/2 a (rgt. Chambre, Boury, La Claviére, Neu-Rosen, Marchin)

Alerheim 1645 Armata francese

Scenario alternativo

Le fonti sono piuttosto contraddittorie riguardo gli effettivi schierati in campo. Questo scenario alternativo ricostruisce gli ordini di battaglia secondo l’ipotesi minima, supponendo, in accordo con alcune delle fonti, che le due armate schierassero circa 12.000 ciascuna.

Mappa

Alerheim 1645 mappa alternativa

Note

Valgono le stesse annotazioni che si trovano nello scenario originale.

Lega cattolica

12.600 uomini: 8.000 fanti, 3.000 cavalieri, 1.000 dragoni e 12 cannoni da campo

  • Lega cattolica: von Mercy +1 8um – 4d6 [12]
    • BvMdArt 1/0/- – BvLtArt 1/0/-
    • von Werth 0 8um ala sinistra
      • BvCav 2/-/2 a – BvCav 2/-/2 a (rgt. Lapierre, Sporck, Fleckenstein, de Werth)
      • BvPk 1/0/2 (rgt. Winterscheld, Puech) guarnigione di Schloss Alerheim
    • von Reuschenberg +1 8um centro
      • BvPk 1/0/2 (rgt. de Hasi, Cobb, Mercy) guarnigione di Alerheim
      • ImPk 2/0/2 a – ImPk 2/0/2 a (rgt. Boumonville-Hennin, Gallas, Goldt)
      • BvPk 2/0/2 – BvPk 1/0/2 (rgt. Reuscehnberg, Royer)
      • BvDr 1/-2/-1 – sk/ln (1/1/-1  – sk) (rgt. Jung-Kolb, Sperreuter, Frei Komp)
    • Geleen 0 8um ala destra
      • ImPk 2/0/2 a – ImPk 2/0/2 a (rgt. Mandelslohe, Plettenberg)
      • ImCav 2/-/2 a – ImCav 2/-/2 a (rgt. Holstein, Hiller, Gayling)
      • BvLC 0/-1/0 – sk/ln (rgt. Cosalkhi, Stahl, Gouschnetz)

Lega cattolica alternativo

Armata francese

12.100 uomini: 7.000 fanti, 4.200 cavalieri e 18 cannoni da campo

  • Armata francese: Condé +2 10um – 5d6 [9]
    • Turenne +1 8um ala sinistra
      • FrLtArt 1/0/-
      • FrPk 1/-1/1 (rgt. Franc, Lopez, Uffel, Vrede, Staufer, Kotz)
      • FrCav 1/-/2 a – FrCav 1/-/2 a (rgt. Mazarin, Ruswumb, Taupadel, Tracy, Turenne, Oysonville, Beauveau, Neu-Rosen, Alt-Rosen)
      • FrCav 1/-/2 a – FrCav 1/-/2 a (rgt., Fleckenstein, Kanoffsky, Ohm, Betz, Rauchhaput, Schwert, Beaucort, Groote, Geis)
    • Bellenave 0 8um centro
      • FrMdArt 1/0/- – FrLtArt 1/0/-
      • FrPk 1/-1/1 – FrPk 1/-1/1 (rgt. Bellenave, Oysonville, Mazarin, Conti, Enghien)
      • FrPk 1/-1/1 – FrPk 1/-1/1 (rgt. Persan, Grammont, Le Havre, Montausier)
    • de Guiche +1 8um ala destra
      • FrPk 1/-1/1 – FrPk 1/-1/1 (rgt. Truchess, Wall, Fabert, Garnison)
      • FrCav 1/-/2 a – FrCav 1/-/2 a (rgt. Grades, Carabins, Mazarin, Enghien, Grammont)
      • FrCav 1/-/2 a (rgt. Chambre, Boury, La Claviére, Neu-Rosen, Marchin)

Armata francese alternativo

La storia

 

Nel 1645 le trattative di pace per por fine alla guerra (che poi si chiamerà dei Trent’anni) sono già iniziate, da un anno i rappresentanti delle potenze europee si stanno incontrando a Münster con l’intento di arrivare a un accordo. Nel frattempo sul campo francesi e svedesi vogliono mettere all’angolo il nemico asburgico per negoziare da una posizione di forza.

Già nella primavera del 1645 gli svedesi avevano ottenuto una brillante vittoria a Jankau (l’odierna Jankov) ma i francesi non erano stati altrettanto fortunati a Herbsthausen dove Turenne aveva visto distruggere la propria armata sotto i colpi delle truppe bavaresi. Riscostruita l’armata di Germania, integrando i reggimenti francesi con unità tedesche, i marescialli francesi erano di nuovo passati all’offensiva invadendo una volta ancora la Baviera. Per contrastare l’avanzata nemica la lega cattolica aveva raccolto un esercito di circa 12.000 uomini (o forse 16.000) bavaresi e imperiali al comando di von Mercy, che a maggio aveva già sconfitto Turenne.

I contendenti si incontrarono a una decina di chilometri a est di Nordlingen (già teatro di una famosa battaglia qualche anno prima) con i cattolici schierati attorno al villaggio di Alerheim su una linea che andava da una piccola altura a nord del paese fino al castello omonimo, poco più che un rudere, a sud.

Battaglia di ALerheimLa battaglia iniziò, con il consueto tiro delle artiglierie, nel tardo pomeriggio del 3 agosto. I francesi attaccano quasi contemporaneamente su tre direttrici: verso il castello di Alerheim a sud, al centro verso il villaggio omonimo, centro del dispositivo bavarese, e verso le (basse) alture del Wineberg a nord. L’attacco ad Alerheim è quello principale, contro le difese di von Mercy il principe di Condé ha concentrato la maggior parte delle sue truppe.

Per tre volte, la terza guidati dal principe in persona, i soldati francesi si lanciano all’assalto del villaggio ma ogni volta sono respinti. Non hanno sorte migliore gli attacchi sull’ala destra dove le truppe bavaresi, appoggiate ai ruderi del castello, si difendono con tenacia e addirittura passano all’attacco guidati da von Werth, il contrattacco scompagina il nemico che è costretto alla fuga. Visto il successo sull’ala sinistra von Mercy decide di contrattacare anche con il centro imperiale ma nella furiosa mischia che si accende dentro e intorno ad Alerheim viene ferito a morte, morirà prima di sera. Sul punto in cui cadde, successivamente, Luigi II di Borbone, principe di Condé, farà erigere un piccolo monumento con l’iscrizione Sta viator, heroem calcas (Fermati viaggiatore, tu calpesti un eroe).

La battaglia, che è ormai una vera carneficina, è vinta sull’ala sinistra francese dove il visconte di Turenne riesce ad avere la meglio delle difese nemiche conquistando il Wineberg (e catturando tra l’altro il generale Geleen) e manovrando per aggirare il fianco destro dello schierament avversario.

A questo punto, complice anche la resa dei difensori di Alerheim che nella confusione si fanno ingannare dai francesi, l’armata imperiale deve abbandonare il terreno dello scontro lasciando sul campo quasi un quarto degli effettivi. Molto gravi anche le perdite dei francesi che rimangono padroni del villaggio ma a un costo in vite umane altissimo.