Assalto a Blenheim 1704

13 agosto 1704

L’assalto alla cittadina

Scarica le liste per a Guerra di Successione Spagnola e lo scenario in formato PDF. Scenari collegati: Schellenberg 1704, Blenheim 1704.

L’assalto degli uomini di lord Cutts alla cittadina di Blenheim, azione cruciale della battaglia, che costrinse gli alleati franco-bavaresi, comandati da Clerambault, ad impegnare risorse ed uomini per la difesa della posizione. Risorse che si rivelarono quanto mai preziose nel seguito della battaglia.

La battaglia si svolse tra Blindheim e Höchstädt (più precisamente Höchstädt an der Donau, Höchstäädt sul Danubio), il nome Blenheim è il nome che gli inglesi diedero allo scontro a causa di un’errata traduzione o interpretazione del nome della cittadina. In Germania è conosciuta come la battaglia di Höchstädt.

Assalto a Blenheim 1704

Legenda

Truppe
Fanteria di linea Granatieri Artiglieria Dragoni Fanteria leggera
Fanteria Granatieri Artiglieria Dragoni Fanteria leggera
Fanteria della guardia Picchieri Corazzieri Cavalleria pesante
Guardia Picchieri Corazzieri Cavalleria pesante
Traini o carriaggi Cavalleria della Guardia Cavalleria leggera
Traini o carriaggi Cavalleria della Guardia Cavalleria leggera
Nazionalità
Fanteria di linea Baviera Austria brln
Francia Baviera Austria Inghilterra
Hannover Danimarca Assia-Kassel Province unite
Hannover Danimarca Assia-Kassel Province unite

Nella mappa ogni settore/quadrato misura 20cm nella scala 6mm o 10mm, 27cm nella scala 15mm (in questa scala si può arrotondare a 30cm la dimensione del quadrante), 40cm nella scala 20mm(1/72) e 25/28mm. Ogni unità sulla mappa rappresenta un reggimento di fanteria o di cavalleria. Le unità di artiglieria sono batterie di otto cannoni (a meno che non sia specificato diversamente).

Note

Il Danubio è intransitabile. Il torrente Nebel è guadabile da cavalleria e fanteria ovunque ma è considerato ostacolo di livello 1; in corrispondenza del mulino – D2/E2 – c’è un guado (creato depositando un certo numero di fascine dai genieri inglesi nel corso della mattinata) che rende il torrente guadabile anche da artiglieria leggera al traino. Tutti i pendii sono normali (e quindi non hanno conseguenze sul movimento).

Tutti i villaggi e gli edifici (Blenheim, Hofen ed il mulino in D2) hanno un VDF di +1, così come la fortificazione ad est della cittadina – C1 e C 2.

La linea di comunicazione dell’esercito confederato anglo-olandese passa per la strada di Schweningen (quadrante F4). Quella dell’esercito alleato franco-bavarese per la strada di Sonderheim (quadrante A2).

Regole speciali

Non ci sono regole speciali per questo scenario.

Protagonisti

Eugenio di Savoia-Carignano Marlborough Massimiliano II di Baviera Camille d'Hostun de la Baume duc de Tallard
Eugenio di Savoia-Carignano
(18.10.1663 – 21.04.1736)
John Churchill duca di Malborough
(26.05.1650 – 16.06.1722)
Massimiliano II Emanuele di Baviera
(11.07.1662 – 26.02.1726)
Camille d’Hostun de la Baume duc de Tallard
(14.02.1652 – 20.03.1728)

Armata del Reno

L’armata del Reno era al comando del maresciallo di Francia Tallard. Le truppe nell’area di Blenheim erano sotto le responsabilità di Clerambault.

17.800 uomini: 13.000 fanti, 4.200 cavalieri e 12 cannoni

  • Area di Blenheim: Clerambault -1 6UM – 2d6
    • FrLtArt 1/2/- – FrHvArt 1/2/-
    • Marchese di Blansac -1 6UM
      • Brigata Hautefeulle: FrDr 1/-2/1 (1/0/0) – FrDr 1/-2/1 (1/0/0) (rgt. Mestre de Camp General, La Reine, Rohan, Vasse)
      • Brigata Pionsac: FrLn 1/0/1 – FrLn 1/0/1 (rgt. Hessy, Lorena)
      • Brigata Balincourt: FrLn 1/0/1 – FrLn 1/0/1 (rgt. Languedoc, Guiche)
        Brigata Angelo: FrLn 1/0/1 – FrLn 3/1/1 (rgt. Greder, Navarre)
      • Brigata St. Segond: FrLn 1/0/1 – FrLn 1/0/1 (rgt. Zurlauben, Royal Italienne)
        Marchese di Marinvaux 0 8UM
      • Brigata Monroux e Montfort: FrLn 1/0/1 – FrLn 1/0/1 – FrLn 1/0/1 (rgt. Monroux, Robecq, Foix, Auxerrois, Nice)
      • Brigata d’Enonville: FrLn 1/0/1 – FrLn 1/0/1 (rgt.Picardia, Artois)
    • Cavalleria: Conte di Zurlauben 0 8UM
      • Brigata Vertilly: FrCav 3/-1/2 – FrCav 3/-1/2 (Gendarmeria di Francia)
      • Brigate Broglie e Grignan: FrCav 1/-2/1 – FrCav 1/-2/1 (rgt. Broglie, La Valliere, Royal Piedmont, Grignan, Silly)

Armata del Reno

Esercito confederato anglo-olandese

L’esercito confederato era al comando del generale Marlborough, coadiuvato dal principe Eugenio di Savoia. Lord Cutts comandava la colonna più a sinistra, destinata a portare l’assalto alla cittadina di Blenheim.

17.700 uomini: 9.000 fanti e 8.400 cavalieri.

  • Area di Blenheim: Lord Cutts di Gowan +1 8um – 3d6
    • Fanteria: Withers +1 8um
      • Brigata Rowe: BrLn 1/1/0 – BrLn 2/1/0 – BrLn 1/1/0 (rgt. North&Greys, Webb, Howe, Ingolsby, Buffs, Rowe, Seymour)
      • Brigata Wilkes: HeLn 1/1/0 – HeLn 1/1/0 (Grenadier, Leib, Erbprinz von Hessen-Kassel, Prinz Wilhelm)
      • Brigata Fergusson: BrLn 1/1/0 – BrLn 2/1/0 – BrLn 2/1/1 (rgt. Derby, Fergusson, Hamilton, Orkney, 1 st Guards)
      • Brigata St. Paul: HwLn 1/0/1 – HwLn 1/0/1 (rgt. Mally de Charles , Bernstoff, Gauvin)
    • Cavalleria: Lumley +1 8um
      • Brigate Palmes e Wood: BrCav 2/-2/2 – BrCav 1/-2/2 (rgt. Lumley, Wood, Cadoghan, Wyndham , Schomberg)
      • Brigata Ross: BrDr 2/-2/2 (2/0/1) – BrDr 2/-2/2 (2/0/1) (rgt. Raby, Ross, Shoulemburg, Hay, Erb Prinz Hessen-Kassel)
      • BrLtArt 1/2/- – BrLtArt 1/2/-

Esercito confederato anglo-olandese

La storia

Sono le truppe di lord Cutts a dare il via alla battaglia di Blenheim. Alle 13.00 i reggimenti Howe, Webb e North&Grey, che formano la prima linea, iniziano ad avanzare verso le truppe francesi. Sottoposti al fuoco nemico i battaglioni inglesi si disuniscono e cominciano ad arretrare. Il generale Zurlauben, che comanda la cavalleria francese situata nell’area di Blenheim, capisce il momento di difficoltà dell’avversario ed ordina alla Gendarmerie di caricare il nemico. I cavalleggeri francesi piombano sul fianco dei fanti inglesi che rompono e fuggono verso il Nebel. La situazione è salvata dalla brigata Wilkes che apre il fuoco, da breve distanza, sul fianco dei gendarmi costringendoli ad arretrare per riordinarsi.

È il momento della cavalleria inglese. La brigata Palmes di cavalleria aveva già attraversato il Nebel e, terminato di riorganizzarsi, avanza per affrontare la Gendarmerie. Lo scontro è cruento ma i francesi, già scompaginati dal fuoco dei fanti tedeschi, vengono travolti e costretti alla fuga, inseguiti dal nemico. Ancora una volta è la fanteria, francese questa volta, a fermare la rincorsa del nemico e la brigata Palmes, minacciata dagli squadroni di Zurlauben ancora non impiegati, ripiega al riparo delle proprie linee di fanteria.
Il generale Clerambault, che in assenza di Tallard aveva la responsabilità del settore di Blenheim, preoccupato dalla crescente pressione nemica ordina alla riserva francese di accorrere in supporto alla prima linea occupando i sobborghi della cittadina dove, per mancanza di spazio, non potrà dare nessun contributo al combattimento, privando così la cavalleria schierata tra Blenheim e Oberglau del supporto di fanteria che presto le sarà indispensabile.
Nel frattempo la terza linea inglese, la brigata Fergusson, avanza verso le barricate tenute dai dragoni francesi ed inizia un serrato scontro a fuoco da distanza ravvicinata ma ancora una volta gli attaccanti sono respinti e costretti a ripiegare.
Per l’intera giornata i fanti francesi a Blenheim risponderanno colpo su colpo agli attacchi avversari malgrado le pesanti perdite e per l’intera giornata gli inglesi torneranno avanti ad impegnare i difensori, in un duello senza risultato e apparentemente senza scopo. Eppure, il disegno generale di Marlborough ed Eugenio, si andava delineando: l’ala destra francese rimarrà impegnata dal nemico senza la possibilità di distogliere truppe dalla difesa di Blenheim.
Quando l’armata di Tallard cederà di schianto sotto l’azione della cavalleria confederata i difensori di Blenheim rimarranno chiusi nel piccolo centro abitato senza la possibilità di fuggire. Alcune abitazioni e fienili prenderanno fuoco per il tiro degli obici nemici. La resa sarà, alla fine, l’unica soluzione. Il reggimento Navarre, che ha combattuto in prima linea sin dalle prime ore, darà alle fiamme le bandiere per non consegnarle al nemico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *