Tornavento 1636

22 giugno 1636

Il duca Amedeo e il cardinale Richelieu invadono il milanese

Scarica le liste per a Guerra dei Trent’anni e lo scenario in formato PDF. Battle report 02.12.12.

Nel 1636 il cardinale Richelieu e il duca di Savoia, Vittorio Amedeo I, lanciano un’offensiva per invadere e conquistare il ducato di Lombardia governato dalla corona di Spagna. Dopo un mese di marce e contromarce le armate di del duca e del maresciallo francese de Créquy si scontrano con le truppe spagnole e lombarde del marchese di Léganes sulle rive del Ticino presso Tornavento.

Tornavento 1636

Legenda

Truppe
Fanteria di linea Granatieri Artiglieria Dragoni Fanteria leggera
Fanteria Granatieri Artiglieria Dragoni Fanteria leggera
Moschettieri Picchieri  Grandi unità di fanteria Corazzieri Cavalleria pesante
Moschettieri Picchieri Tercios Corazzieri Cavalleria pesante
Traini o carriaggi Cavalleria della Guardia Cavalleria leggera
Traini o carriaggi Cavalleria della Guardia Cavalleria leggera
Nazionalità
Francia Piemonte -Savoia Spagna
Francia Ducato di Savoia Spagna

Nella mappa ogni settore/quadrato misura 20cm nella scala 6mm o 10mm, 27cm nella scala 15mm (in questa scala si può arrotondare a 30cm la dimensione del quadrante), 40cm nella scala 20mm(1/72) e 25/28mm. Ogni unità sulla mappa rappresenta un reggimento di fanteria o di cavalleria. Le unità di artiglieria sono batterie di otto cannoni (a meno che non sia specificato diversamente).

Note

Le fortificazioni confederate (settori D3 e D4) hanno vdf1. Il centro abitato di Tornavento e la cascina Continella hanno vdf1 e possono essere occupati da una base di fanteria e/o una batteria di artiglieria, tutti gli altri edifici (compresa la cascina nei pressi di Tornavento, a occidente del Naviglio Grande) hanno vdf1 e possono essere occupati da una base di fanteria o una batteria di artiglieria. Tutti i boschi hanno vdf1.

Il fiume Mincio non è guadabile ma può essere attraversato sul ponte che si trova nel settore C2.

La linea di comunicazione dell’esercito confederato corrono lungo la strada che porta a Novara ed esce dal tavolo nel settore C1. Le linee di comunicazione dell’esercito spagnolo vanno verso Castano primo e Milano (settore G6) da una parte e verso Lonate Pozzolo (settori C6) dall’altra.

Regole speciali

Non ci sono regole speciali per questo scenario.

Protagonisti

Vittorio Amedeo I di Savoia Diego Mexìa Felipez de Guzman y Dávila
Vittorio Amedeo I di Savoia
(Torino 1587 – Vercelli 1637)
Diego Mexìa Felipez de Guzman y Dávila
(1580 – 1655)

Esercito confederato

15.700 uomini: 13.500 fanti, 2.500 cavalieri e dragoni e 12 cannoni da campo

  • Esercito confederato: Vittorio Amedeo 0 8um – 5d6 [9]
    • FrLtArt 1/1/- – FrLtArt 1/1/-
    • PsPk 1/-1/2 – PsPk 1/-1/2 (rgt. Boyanid, Marolles, de la Tour)
    • PsCav 1/-/1 (rgt. Souvray, Castelan)
    • Monthoux 0 8um
      • PsPk 1/-1/2 – PsPk 1/-1/1 (rgt. Monthoux, La Ferté)
      • FrPk 1/-1/1 – FrPk 1/-1/1 (rgt. Chamblay, Calvisson, Sénantes, Forèz, St Martin, Cevennes)
    • Crequy 0 8um corpo francese
      • FrPk 1/-1/1 – FrPk 1/-1/1 – FrPk 1/-1/1 (rgt. Sault, Henrichemont, Roquefeuil, Aiguebonne, Roure, Bonne de Tallard)
      • de Florainville 0 8um ala destra
        • FrPk 1/-1/1 – FrPk 1/-1/1 (rgt. Peyregourde, de Florainville)
        • FrCav 1/-/2 a (rgt. Lestang, Diximieux, Allencourt)
      • Pressi-Praslin 0 8um ala sinistra
        • PsDr 1/-/2 – sk (1/-2/-1 – sk/ln) (rgt. Bouillac)
        • FrPk 1/-1/1 (rgt. Lyonnais)
        • FrRei 1/-1/1 (rgt. Boissac, Palluau, Courvoux, Venterol, St Benoit)

Esercito confederato

Esercito spagnolo

16.800 uomini: 12.000 fanti, 4.000 cavalieri, 800 dragoni e 6 cannoni da campo

  • Esercito spagnolo: Guzman 8um – 3d6 [10]
    • SpLtArt 1/1/-
    • Gambacorta 0 8um avanguardia
      • SpPk 2/0/2 – SpPk 2/0/2 (rgt. Carlo della Gatta, Giulio Cesare Borromeo, Luzio Bocapianola)
      • SpPk 1/0/1 – SpPk 1/0/1 (rgt. Kas, Fuchs)
    • de Aragón 0 8um battaglia
      • SpPk 2/0/2 – SpPk 2/0/2 (rgt.Lombardia, Mortara, Fijo de la Mar de Napoles)
      • SpPk 1/0/1 – SpPk 1/0/1 (rgt.Gaspare Visconti, Principe Borso di Modena, Gilles de Haes)
      • SpCav 1/-/1
    • Spinola 0 8um retroguardia
      • SpPk 1/0/1 – SpPk 1/0/1 (rgt.Saboya, Juan de Garay)
      • SpCav 1/-/1 – SpCav 1/-/1
      • SpLC 1/-1/0 a sk – SpLC 1/-1/0 a sk
      • SpDr 1/-2/1 – sk/ln (1/0/-1 – sk) (rgt.Juan Lope de Giron)

Esercito spagnolo

Scenario alternativo

Alcune fonti attribuiscono all’esercito del Re di Spagna 3.000 fanti in più che, probabilmente, erano di stanza a Boffarola e non presero parte alla battaglia. Questo scenario alternativo prevede l’arrivo di questi rinforzi spagnoli nel corso dello scontro. Lo schieramento è lo stesso dello scenario originale, l’ordine di battaglia spagnolo è riportato qui di seguito.

Regole speciali

Le truppe di rinforzo spagnole fanno il loro ingresso sul tavolo di gioco nel decimo turno entrando in colonna di marcia dalla strada che viene da Castano Primo e Milano (settore G6).

Esercito spagnolo

17.800 uomini: 13.000 fanti, 4.000 cavalieri, 800 dragoni e 6 cannoni da campo

  • Esercito spagnolo: Guzman 8um – 3d6 [10]
    • SpLtArt 1/1/- –
    • Gambacorta 0 8um avanguardia
      • SpPk 2/0/2 – – SpPk 2/0/2 – (rgt. Carlo della Gatta, Giulio Cesare Borromeo, Luzio Bocapianola)
      • SpPk 1/0/1 – – SpPk 1/0/1 – (rgt. Kas, Fuchs)
    • de Aragón 0 8um battaglia
      • SpPk 2/0/2 – – SpPk 2/0/2 – (rgt.Lombardia, Mortara, Fijo de la Mar de Napoles)
      • SpPk 1/0/1 – – SpPk 1/0/1 – (rgt.Gaspare Visconti, Principe Borso di Modena, Gilles de Haes)
      • SpCav 1/-/1 –
    • Spinola 0 8um retroguardia
      • SpPk 1/0/1 – – SpPk 1/0/1 – (rgt.Saboya, Juan de Garay)
      • SpCav 1/-/1 – – SpCav 1/-/1 –
      • SpLC 1/-1/0 a sk – SpLC 1/-1/0 a sk
      • SpDr 1/-2/1 – sk/ln (1/0/-1 – sk) (rgt.Juan Lope de Giron)

Esercito spagnolo: scenario alternativo

La storia

Nel 1636 il cardinale Richelieu e il duca di Savoia, Vittorio Amedeo I, lanciano un’offensiva per invadere e conquistare il ducato di Lombardia governato dalla corona di Spagna. Il 20 maggio l’esercito alleato franco-piemontese attraversa il Tanaro nei pressi di Asti e avanza nel territorio del ducato. Dopo un mese di marce e contromarce le armate di del duca Amedeo e del maresciallo francese de Créquy si scontrano con le truppe spagnole e lombarde del marchese di Léganes sulle rive del Ticino presso Tornavento.

Dopo un violento e sanguinoso combattimento durato alcune ore i soldati spagnoli si ritirano lasciando il campo al nemico che si proclamerà vincitore, ma le pesanti perdite franco-savoiarde impediranno una vittoriosa campagna di conquista della Lombardia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *