Dunkerque 1658

14 giugno 1658 (3 giugno secondo il calendario Giuliano)

(Battaglia delle dune)

Il tentativo di liberare Dunkerque

Scarica le liste per le Guerra franco-spagnola (Guerra anglo-spagnola) e per la Guerra dei Trent’anni e lo scenario in formato PDF (aggiornato 15.11.15). Scenari collegati: Bruciate tutto!! scenario per de cape et d’épée (di cappa e spada).

Don Giovanni d’Austria guida un composito esercito sulla spiaggia di Dunkerque nell’estremo tentativo di liberare la città dall’assedio delle truppe francesi e inglesi. Gli spagnoli saranno battuti, l’assedio di Dunkerque proseguirà e la città dopo alcuni giorni cadrà in mano inglese.

Battaglia di Dunkerque

Legenda

Truppe
Fanteria di linea Granatieri Artiglieria Dragoni Fanteria leggera
Fanteria Granatieri Artiglieria Dragoni Moschettieri in ordine aperto
Fanteria della guardia Picchieri Corazzieri Cavalleria pesante
Guardia Picchieri Corazzieri Cavalleria pesante
Traini o carriaggi Cavalleria della Guardia Cavalleria leggera
Traini o carriaggi Cavalleria della Guardia Cavalleria leggera
Nazionalità
Francia Inghilerra Spagna Parlamentari
Francia Inghilterra Spagna Inghilterra (Cavalier)

Nella mappa ogni settore/quadrato misura 20cm nella scala 6mm o 10mm, 27cm nella scala 15mm (in questa scala si può arrotondare a 30cm la dimensione del quadrante), 40cm nella scala 20mm(1/72) e 25/28mm. Ogni unità sulla mappa rappresenta un reggimento di fanteria o di cavalleria. Le unità di artiglieria sono batterie di otto cannoni (a meno che non sia specificato diversamente).

Note

L’abitato di Leffrinckoucke può essere occupato da una base di fanteria o una batteria di artiglieria e ha vdf1. Gli altri gruppi di edifici possono essere occupati solo da una base di fanteria in ordine aperto e hanno vdf1.

La zona acquitrinosa situata nel settore A2 è considerata palude. La zona centrale del campo di battaglia, dal settore C4 al settore D1, è composta da dune di sabbia alte, a seconda delle fonti, anche 30-50 metri. Quindi si applica il modificatore Contro avversario in posizione più elevata … in mischia per chi si trova più in basso rispetto al nemico, inoltre le due dune più grandi, quella più a occidente posta nei settori C4-D3 e quella più a est situata nei settori C2-D2 sono considerate pendii scoscesi.

Il canale di Furnes è impassabile così come, ovviamente, i canale della Manica.

La linea di comunicazione dell’esercito francese corre lungo la strada per Dunkerque ed esce dal tavolo nel settore B4 mentre quella dell’esercito spagnolo va verso Nieuwport ed esce dal tavolo nel settore B1.

Regole speciali

Fregate inglesi al largo

Al largo della costa si trovavano alcune imbarcazioni distaccate dalla flotta inglese che bloccava il porto di Dunkerque (chiatte armate di artiglieria e/o due fregate). Sul tavolo di battaglia sono rappresentate dalle tre batterie di artiglieria pesante che si trovano sulla spiaggia nei settori F1 e F2. Non possono essere spostate (ma possono ruotare) ne possono essere bersaglio di tiro o attaccate in mischia.

Protagonisti

Henri de la Tour d’Auvergne-Bouillon detto il Grand Turenne Juan-Josè d’Austria
Henri de la Tour d’Auvergne-Bouillon
detto il Grand Turenne
(Sedan 1611 – Salzbach 1675)
ritratto di Charles le Brun
Juan-Josè d’Austria
(Madrid 1629 – Madrid 1679)

Armata francese

16.400 uomini: 11.000 fanti, 4.800 cavalieri e 10 cannoni da campo (due fregate al largo)

  • Armata francese: Turenne +1 8um – 4d6 [13]
    • FrMdArt 1/1/- – – FrLtArt 1/0/- –
    • EnHvArt 1/2/- – – EnHvArt 1/2/- – – EnHvArt 1/2/- –
    • FrPk 2/-1/2 a – FrPk 2/-1/2 a – FrPk 1/-1/2 – (rgt. Gardes françaises, Gardes Suisses, Piccardia, Turenne, Boudebois, Bretagne)
    • FrPk 1/-1/1 – – FrPk 1/-1/1 – (rgt. la Marine, Espagny, Rambures, Piémont)
    • de Créquy 0 8um ala destra
      • FrCav 2/-/2 a – FrCav 1/-/2 a (rgt. de La Reine, Écossais, de Son Eminence)
      • FrCav 1/-/1 – – FrCav 1/-/1 – (rgt. Nogent, Prince François et Prince Charles)
      • FrSh 1/0/-1 – sk/ln (rgt. Duras)
    • Lockhart +1 8um contingente inglese
      • EnPk 2/0/2 a – EnPk 2/0/2 a (rgt. Lord Wenntworth, …)
      • EnPk 1/-1/2 a – EnPk 1/-1/2 a (rgt. Cochrane, Alsop, Lillingston, Morgan)
      • EnSh 2/1/0 – sk/ln (rgt. Montgomery)
    • de Castelnau 0 8um ala sinistra
      • FrCav 1/-/2 a – FrCav 1/-/2 a (rgt. de Son Eminence, du Roy)
      • FrCav 1/-/1 – – FrCav 1/-/1 – (rgt. Soissons, Richelieu)

Armata francese

Armata spagnola di soccorso

16.600 uomini: 10.000 fanti, 6.600 cavalieri

  • Armata di soccorso: don Juan +1 8um – 4d6 [13]
    • SpPk 2/0/2 – – SpPk 2/0/2 – (rgt. don Gaspar Boniface)
    • SpPk 1/0/1 – – SpPk 1/0/1 – (rgt. …)
    • SpPk 1/0/1 – – SpPk 1/0/1 – (rgt. …)
    • de Caracena +1 8um ala destra
      • SpCav 1/-/1 a – SpCav 1/-/1 a (rgt. …)
      • SpCav 1/-/1 – – SpCav 1/-/1 – (rgt. …)
      • SpLC 1/1/0 a sk-ln (rgt.)
    • Giacomo II 0 8um centro, sinistra
      • RoPk 2/0/2 a – RoPk 1/-1/2 a (rgt. Lord Bristol, Duke of York)
      • RoSh 1/1/0 – sk/ln (rgt. …)
    • Condè +2 10um ala sinistra
      • SpCav 1/-/2 – – SpCav 1/-/2 – (rgt. …)
      • SpCav 1/-/1 a – SpCav 1/-/1 a (rgt. …)
      • SpCav 1/-/1 a – SpCav 1/-/1 a (rgt. …)
      • SpSh 1/1/0 – sk/ln (rgt. …)

Armata di soccorso

Le foto

Altre foto della partita giocata a San Marino in occasione di Dadi.com 2016 le potete trovare qui.

Scenario alternativo (ipotetico)

In questo scenario ipotetico si immagina che l’armata spagnola di soccorso, per evitare il terreno favorevole ai francesi e le fregate inglesi al largo, abbia avvicinato le fortificazioni di Dunkerque manovrando a sud del canale de Fournes in modo da combattere la battaglia nella campagna coltivata tra il canale stesso e l’abitato di Téteghem.

Mappa

Dunkerque 1658 mappa alternativa

Note:

L’abitato di Téteghem può essere occupato da una base di fanteria e/o una batteria di artiglieria e ha vdf1. Tutti gli altri gruppi di edifici possono essere occupati solo da una base di fanteria in ordine aperto e hanno vdf1. Il canale de Furnes è impassabile, il corso d’acqua a sud (sinistra nella mappa) è transitabile da fanteria e cavalleria, ostacolo di livello 2. La linea di comunicazione dell’esercito francese corre lungo la strada per Dunkerque ed esce dal tavolo nel settore G4 mentre quella dell’esercito spagnolo va verso Nieuwport ed esce dal tavolo nel settore G1.

Armata francese

14.000 uomini: 11.000 fanti, 2.400 cavalieri e 10 cannoni da campo

  • Armata francese: Turenne +1 8um – 4d6 [11]
    • FrLtArt 1/0/- – FrLtArt 1/0/-
    • de Créquy 0 8um ala destra
      • FrCav 2/-/2 a – FrCav 1/-/2 a (rgt. de La Reine, Écossais, de Son Eminence)
      • FrCav 1/-/1 – FrCav 1/-/1 (rgt. Nogent, Prince François et Prince Charles)
      • FrLC 1/-1/0 – sk/ln (rgt. …)
    • Lockhart +1 8um contingente inglese
      • EnPk 2/0/2 a – EnPk 2/0/2 a (rgt. Lord Wenntworth, …)
      • EnPk 1/-1/2 a – EnPk 1/-1/2 a (rgt. Cochrane, Alsop, Lillingston, Morgan)
      • EnSh 2/1/0 – sk/ln (rgt. Montgomery)
    • de Castelnau 0 8um ala sinistra
      • FrPk 2/-1/2 a – FrPk 2/-1/2 a – FrPk 1/-1/2 (rgt. Gardes françaises, Gardes Suisses, Piccardia, Turenne, Boudebois, Bretagne)
      • FrPk 1/-1/1 – FrPk 1/-1/1 (rgt. la Marine, Espagny, Rambures, Piémont)

Armata francese alternativo

Armata spagnola di soccorso

13.800 uomini: 9.000 fanti, 4.200 cavalieri, 12 cannoni da campo

  • Armata di soccorso: don Juan +1 8um – 4d6 [13]
    • SpLtArt 1/0/- – SpLtArt 1/0/-
    • de Caracena +1 8um centro
      • SpPk 2/0/2 – SpPk 2/0/2 (rgt. don Gaspar Boniface)
      • SpPk 1/0/1 – SpPk 1/0/1 (rgt. …)
      • SpPk 1/0/1 – SpPk 1/0/1 (rgt. …)
    • Giacomo II 0 8um centro, sinistra
      • RoPk 2/0/2 a – RoPk 1/-1/2 a (rgt. Lord Bristol, Duke of York)
      • RoSh 1/1/0 – sk/ln (rgt. …)
    • Condè +2 10um ala sinistra
      • SpLC 1/1/0 a sk-ln (rgt.)
      • SpCav 1/-/2 – SpCav 1/-/2 – SpCav 1/-/2 – (rgt. …)
      • SpCav 1/-/1 a – SpCav 1/-/1 a (rgt. …)
      • SpCav 1/-/1 a – SpCav 1/-/1 a (rgt. …)

Armata spagnola alternativo

La storia

Nel 1658 la Francia, incoraggiata e supportata dall’Inghilterra di Oliver Cromwell, aveva intrapreso una campagna nel nord del paese per riconquistare le città di Dunkerque, Mardyke e Gravelines, tutte sulla costa francese del canale della Manica e tutte basi per i corsari spagnoli che minacciavano le rotte commerciali inglesi.

La battaglia delle dune
La battaglia delle dune del 1658 di Charles-Philippe Larivière

Il quindici di maggio le armate francesi di Turenne e di Castelnau, rinforzate dal contingente inglese inviato da Cromwell, raggiunsero Dunkerque e iniziarono le operazioni di assedio mentre una flotta inglese bloccava il porto e la rada. La costruzione delle trincee di avvicinamento proseguiva lentamente a causa del terreno acquitrinoso e questo diede il tempo necessario agli spagnoli per marciare verso la città con un esercito di soccorso di circa 16.000 uomini che si presentò a Dunkerque schierandosi a battaglia sulle dune prospicienti il mare privo di artiglieria lasciata indietro nel corso della marcia. Turenne rispose alla minaccia lasciando seimila uomini nelle trincee a sorvegliare la città e schierando il grosso dell’esercito di fronte al nemico.

L’armata di soccorso era composta da soldati spagnoli veterani della guerra nelle Fiandre, da tedeschi e valloni, ma anche da realisti inglesi – Cavalier – e frondisti francesi (che si opponevano, in nome del re, al primo ministro cardinale Mazzarino) guidati da uno dei migliori generali francesi, Luigi II di Borbone-Condé soprannominato, per la sua abilità in battaglia, Il Gran Condè. Gli spagnoli si schierarono con la fanteria al centro e la cavalleria sulle due ali ma l’ala destra fu costretta a ripiegare dietro i Tercios a causa del tiro di alcune chiatte e fregate, distaccate dalla flotta inglese, che dal mare tenevano sotto tiro la spiaggia.

Le aggressive truppe parlamentari inglesi diedero il via allo scontro, senza nemmeno aspettare gli ordini di Turenne, aggredendo i veterani spagnoli schierati sul crinale di alcune dune alte, a quanto sembra, anche 50 metri. La veemenza dell’attacco inglese fu tale da costringere i Tercios a cedere terreno e abbandonare la cima delle dune. L’attacco inglese fu immediatamente sostenuto dalla cavalleria del maresciallo de Castelnau che cavalcando lungo la spiaggia iniziò ad aggirare il fianco nemico. La manovra francese fu vanamente contrastata dalla cavalleria di de Caracena che, invano, cercò di arrestare l’impeto del nemico.

Cogliendo il momento l’intera linea francese iniziò ad avanzare impegnando il nemico su tutto il fronte. Le due ali di cavalleria più lontane dalla costa ingaggiarono un violento scontro che, dopo un primo, parziale, successo francese, volse ben presto a favore degli spagnoli e dei frondisti, guidati da Condè che, con grande maestria, una volta messa in fuga la cavaeria avversaria, cercò di fermare l’avanzata nemica caricando il centro dell’esercito francese.

Ma ormai era troppo tardi! Le picche francesi della Garde Suisse e del reggimento Piccardia avevano travolto i Tercios valloni e tedeschi e lo schieramento spagnolo si stava ripiegando su se stesso, investito dalla furia del nemico. La battaglia era perduta!

Il contingente realista, ancora in grado di combattere, fu in grado di ripiegare in buon ordine respingendo le ultime puntate offensive francesi. Così la cavalleria di Condè. Il resto dell’esercito fu travolto e sbaragliato dal nemico.

Gli spagnoli, tra morti, feriti e prigionieri, persero circa cinquemila uomini, quasi un terzo degli effettivi, e fu impossibile soccorrere Dunkerque che cadde dopo alcuni giorni e fu ceduta dai francesi a Cromwell il 15 giugno mentre Mardyke cadde a sua volta in agosto.