Cheriton 1644

29 marzo 1644 (anche battaglia di Alresford)

La battaglia per il sud dell’Inghilterra.

Scarica le liste per le Guerre dei tre regni e lo scenario in formato PDF. Scenari collegati: …

Alla fine del 1643 Carlo II ha, ancora, fondate speranze di vincere la guerra. Per la primavera del 1644 i realisti progettano un ambizioso piano per chiudere in una tenaglia la città di Londra, roccaforte parlamentare, ma lo scontro a Cheriton, nel sud dell’Inghilterra, indirizza il conflitto verso un epilogo del tutto diverso.

Cheriton 1644 mappa

Legenda

Truppe
Fanteria di linea Granatieri Artiglieria Dragoni Fanteria leggera
Fanteria Granatieri Artiglieria Dragoni Moschettieri in ordine aperto
Fanteria della guardia Picchieri Corazzieri Cavalleria pesante
Guardia Picchieri Corazzieri Cavalleria pesante
Traini o carriaggi Cavalleria della Guardia Cavalleria leggera
Traini o carriaggi Cavalleria della Guardia Cavalleria leggera
Nazionalità
Realisti Parlamentari
Realisti Parlamentari

Nella mappa ogni settore/quadrato misura 20cm nella scala 6mm o 10mm, 27cm nella scala 15mm (in questa scala si può arrotondare a 30cm la dimensione del quadrante), 40cm nella scala 20mm(1/72) e 25/28mm. Ogni unità sulla mappa rappresenta un reggimento di fanteria o di cavalleria. Le unità di artiglieria sono batterie di sei cannoni (a meno che non sia specificato diversamente).

Note

I pendii sono tutti normali. Il bosco di Cheriton (Cheriton Wood) ha vdf1.

Il villaggio di Bramdean può essere occupato da una base di fanteria e/o una batteria di artiglieria e ha vdf1, tutti gli altri centri abitati possono essere occupati da una base di fanteria e hanno vdf1. Le enclosure che si trovano nei settori F1-G1 e H2 hanno vdf1.

Il corso d’acqua, affluente del fiume Itchen, che scorre dal settore D2 fino al settore A1 è guadabile, ostacolo di livello 0.

Le linee di comunicazione dell’esercito realista passano per le strade verso Alresford ed escono dal tavolo di gioco nei settori B6-C6. La linea di comunicazione dell’esercito parlamentare esce dal tavolo nel settore H1.

Regole speciali

Non ci sono regole speciali per questo scenario.

Protagonisti

Ralph Hopton sir William Waller
Ralph Hopton
(1596 – 1652)
sir William Waller
(1597 – 1668)

Esercito realista

9.200 uomini: 5.000 fanti, 3.600 cavalieri e 12 cannoni da campo

  • Esercito realista: Hopton 0 8um – 3d6 [7]
    • RoLtArt 1/0/- – RoLtArt 1/0/-
    • Stuart 0 8um
      • RoCav 2/-/1 a – RoCav 2/-/1 a (rgt. Stuart, Crisp, Ford, Dutton, Clerke, Hopton, Stawell, Gunter, Apsley, Peirce, Mertford)
      • RoCav 1/-/1 a – RoCav 1/-/1 a (rgt. Humphrey, Vaughan, Waldegrave, Lindsey, Smyth)
    • Paulet 0 8um fanteria
      • RoPk 1/-1/1 a – RoPk 1/-1/1 a – RoPk 1/-1/1 a (rgt. Hopton, Apsley, Talbot, Astley, Cooke, Paulet, Vavasour, Courtney, Shelley, Slingsby)
    • Ruthven +1 8um
      • RoCav 2/-/1 a – RoCav 1/-/1 a (rgt. Howard, Neville, Maurice, Queen, Bard, Manning)
      • RoSh 1/0/0 – sk/ln (rgt. Inchinquin, Gilbey, Stradling)
      • RoPk 1/-1/1 a (rgt. Dyve, Lloyd, Lisle, Thelwall, Hawkin, Owen, Eure, Blackwall)

Esercito realista

Esercito parlamentare

10.500 uomini: 6.000 fanti, 3.000 cavalieri, 600 dragoni e 18 cannoni da campo

  • Esercito parlamentare: Waller +1 8um – 4d6 [9]
    • PaLtArt 1/0/- – PaLtArt 1/0/- – PaLtArt 1/0/-
    • Balfore +1 8um Western Army
      • PaCav 2/-/2 a – PaCav 1/-1/0 a (rgt. Waller, Haselrigge, Vandruske, Turner)
      • PaPk 1/-1/2 a – PaPk 1/-1/2 a (rgt. Waller, Haselrigge, Potley)
    • Potley 0 8um Southern Association
      • PaCav 1/-1/0 a (rgt. Cooke, Norton, Livesey)
      • PaPk 1/-1/2 a (rgt. Weldon)
      • PaSh 1/0/0 – sk/ln (rgt. Jones)
    • Browne 0 8um London Brigade
      • PaCav 2/-/2 a –PaCav 1/-1/0 a (rgt. Balfore, Meldrum, Middleton, Dalbier)
      • PaPk 2/0/2 a – PaPk 2/0/2 a (rgt. White, Yellow)
      • PaDr 1/-2/-2 – sk/ln (1/-2/-2 – sk)

Esercito parlamentare

La storia

La battaglia di Cheriton (o di Alresford) è sicuramente meno conosciuta delle più famose Naseby o Marston Moor ma, per molti, fu il vero punto di non ritorno della guerra costringendo i realisti sulla difensiva e avvicinando il Parlamento alla vittoria finale.

Nel settembre del 1643 Hopton aveva avuto mandato da re Carlo di reclutare un nuovo esercito per rendere sicuro il sud-ovest dell’Inghilterra e successivamente marciare su Londra con l’ambizioso piano di coordinare l’avanzata sulla capitale con l’esercito reale di stanza a Oxford. Hopton fu in grado di assoldare un discreto numero di uomini ma scarsamente addestrati e con poca o nulla esperienza di geurra. Dal canto loro i parlamentari, consci della minaccia, inviarono Waller perché assumesse il comando delle Southern Association del Kent, Sussex e Surrey. Waller si ritrovò a capitanare affidabili reggimenti di soldati addestrati ed esperti.

Alla fine di marzo del 1644, dopo un inverno passato nei rispettivi quartieri invernali (Winchester per i realisti, Famhan per i parlamentari) le due armate si trovarono entrambe nell’area di Meon nel reciproco tentativo di tagliare la strada di comunicazione tra il nemico e le sue basi logistiche. Il 28 marzo le due armate erano entrambe accampate nei dintorni di Cheriton e Bramdean, molto vicine tra loro e con i rispettivi comandanti ancora indecisi sul da farsi.

Dopo una notte di riflessione Waller, conscio che un ripiegamento verso Famhan avrebbe richiesto un rischiso aggiramento delle posizioni nemiche) decise di dare battaglia e ancor prima dell’alba del 29 inviò la London Brigade a minacciare l’ala sinistra nemica occupando il bosco di Cheriton. La risposta di Hopton fu immediata e il combattimento nella boscaglia vide i realisti respingere le fanterie avversarie verso sud. All’inseguimento dei parlamentari in ritirata, con molta temerarietà e poco discernimento, si lanciò sir Henry Bard con il suo reggimento. I suoi soldati, quasi senza accorgersene, cozzarono contro il grosso dell’esercito parlamentare e furono fatti a pezzi dalla cavalleria parlamentare. Certo non un buon inizio per Hopton che già partiva in inferiorità numerica rispetto al suo avversario.

A metà giornata fu la volta della cavalleria realista che iniziò ad avanzare, in maniera disordinata a dire la verità, arrivando a contatto con i moschettieri parlamentari. Fu questo lo scontro cruciale per le sorti della battaglia, combattuto con coraggio e sprezzo del pericolo da entrambe le parti ma con maggiore ordine e organizzazione da parte delle truppe parlamentari che, dopo una fiera resistenza, riuscirono a respingere l’attacco nemico ricacciando i realisti indietro con gravi perdite.

Waller a questo punto fece avanzare le due ali parlamentari minacciando di accerchiamento il grosso dell’esercito avversario. I soldati del re, vedendosi minacciati sulle ali e sconfitti sul fronte, iniziarono via via a cedere terreno trascinando con loro i commilitoni in seconda linea.

Hopton fu costretto a ritirarsi prima verso Alresford e poi verso Winchester ma le gravissime perdite e lo scoramento dei suoi soldati resero la difesa della città impossibile e Winchester fu abbandonata nel corso della notte.