Liste eserciti ‘700

Costruisci la tua armata

Lo scopo principale delle liste eserciti è duplice:

  • semplificare la realizzazione di un esercito nel quale, per quanto possibile, siano rispettate le proporzioni relative delle varie armi e quelle tra reparti diversi;
  • facilitare la costruzione di eserciti equilibrati stabilendo in anticipo il valore totale di truppe e generali e acquistando successivamente comandanti e basi combattenti fino al valore prefissato.

Se preferite simulare scontri realmente avvenuti potete trovare le informazioni necessarie tra gli scenari di battaglie storiche adattati proprio al regolamento A la guerre ….

Camposanto 1743
Fanteria spagnola alla battaglia di Camposanto del 1743, miniature in scala 6mm

Le liste eserciti sono composte da due sezioni principali. Nella prima sono elencate alcune regole specifiche per il periodo/conflitto trattato nella lista, nella seconda parte sono descritte le unità e gli eserciti che parteciparono alle campagne combattute in quel periodo.

Quello che segue è l’elenco attuale delle liste eserciti disponibili ma altre sono in preparazione. Le liste sono in formato PDF (Portable Document Format) ed è necessario scaricare Adobe Acrobat Reader per poter aprire i file (la scelta è stata dettata dalla necessità di rendere facilmente accessibili le liste anche off-line e di ottenere una migliore resa in stampa):

Statistiche delle truppe

Le statistiche delle truppe riportano le caratteristiche ed il valore in punti delle truppe divise per conflitto e per nazionalità ed ogni lista contiene anche il riepilogo delle caratteristiche dei generali che comandarono quelle truppe sul campo. Generali e unità sonoaccompagnate da un punteggio che ne misura il valore e l’efficacia in battaglia, mentre le sole unità da combattimento hanno un numero minimo ed un numero massimo di basi che possono essere schierate. Come esempio di seguito è riportata la descrizione dei reggimenti scozzesi dell’esercito olandese durante la Guerra di Successione Spagnola:

# Abbr. Descrizione Caratteristiche Punti Note
1-2 HdLn Reggimenti di linea scozzesi (rgt. Borthwick, Lorne-Argyll, Murray, …) 2/1/0 13 (-)

Da sinistra a destra, nell’ordine, il contenuto delle colonne indica:

  • il numero minimo e massimo di unità di questo tipo che si possono schierare in un esercito (in un esercito olandese per la Guerra di Successione Spagnola ci deve sempre essere almeno un reggimento scozzese ma non più di due);
  • l’abbreviazione dell’unità (due lettere per la nazionalità, le restanti per il tipo di truppa);
  • una breve descrizione, a volte sono riportati i nomi dei reggimenti;
  • le statistiche vere e proprie nel formato morale/tiro/mischia, in questo caso si tratta di un’unità che ha morale 1 (il primo numero), abilità di tiro 0 e di mischia 2 (il terzo numero), la a indica che i soldati sono equipaggiati con armatura;
  • il valore in punti di una base di questo tipo;
  • eventuali annotazioni o specifiche che fanno riferimento al regolamento o alle regole speciali riportate all’inizio della lista.

Per i dragoni, inoltre, tra parentesi, sono riportate le caratteristiche quando appiedati.

Statistiche dei generali

Le statistiche dei generali sono più semplici. Sempre rimanendo nella Repubblica delle sette provincie unite, ancora nella Guerra di Successione spagnola, il profilo di un generale di esempio è dato di seguito:

Nome Car. Punti
van Ouwerkerk (Hendrik van Nassau) †1708 -1 6um 4

La prima colonna riporta il nome del generale ed eventuali annotazioni (ad esempio van Ouwerkerk è deceduto nel 1709). La seconda colonna le caratteristiche del generale (livello e raggio di comando). Mentre nell’ultima c’è il valore in punti.

Costruire un ordine di battaglia: alcuni esempi

Un piccolo esercito giacobita

La nostra idea è quella di provare il regolamento A la guerre … con un piccolo numero di basi e ci orientiamo verso il periodo delle Rivolte Giacobite del 1745 (la lista corrispondente è Insurrezioni giacobite 1715-1719 e 1745-1746).

Scegliamo due generali:

  • il comandante in capo sarà Charles Edward Stuart: 4 punti, comandante anche dell’ala destra;
  • il comandante dell’ala sinistra sarà Sullivan: 18 punti.

Per le truppe, sempre puntando al minimo, scegliamo:

  • una base di Guardia del principe (una piccola concessione, attenendoci strettamente al minimo avremmo dovuto rinunciare) destinata all’ala destra;
  • 4 basi di Clan scozzesi delle Highland, due all’ala destra e due all’ala sinistra;

Ogni altra base è opzionale. In totale il nostro esercito costa 72 punti come si può vedere dalla seguente tabella riassuntiva:

Liste: un primo esempio
La lista dell’esercito giacobita

 L’armata imperiale in Italia nella Guerra di Successione Spagnola

500 punti sono le dimensioni ideali per una partita con A la guerre …: interessante, divertente, ma che si chiuda in una sola serata.

Assembliamo, allora, un esercito Imperiale da 500 punti per la Guerra di successione al trono di Spagna, un’armata che ricalchi l’Armata d’Italia guidata da Eugenio di Savoia nelle sue campagne contro i francesi nel settentrione del nostro paese agli albori del settecento. La lista che ci serve è quella sulla Guerra di Successione Spagnola 1701-1714.

Scegliamo una struttura di comando consona al periodo scelto. Il nostro esercito avrà un ala sinistra, un centro ed un’ala destra integralmente composti da fanteria, con il supporto dell’artiglieria; la cavalleria costituirà la riserva. Quindi abbiamo bisogno di cinque generali: il comandante in capo, i comandanti delle tre ali di fanteria e un ultimo generale per guidare la riserva. Quindi scegliamo Eugenio di Savoia-Carignano (il CiC), von Bibra, Leiningen, il Principe di Lorena e Zumjungen (a quest’ultimo affideremo la cavalleria). Eugenio come CiC garantisce due d6 in più nella fase di attivazione, mentre a Leiningen potremo attribuire le truppe che dovranno eseguire l’assalto principale, il suo +1 potrà essere utile nella fase di assegnazione degli ordini.

A questo punto passiamo alle truppe. Ci possiamo permettere 20 basi di fanteria: 16 reggimenti di linea e 4 di Auxiliares, per un costo totale di 192 punti. Gli Auxiliares li abbiamo scelti per fornire supporto posteriore alle unità in prima linea ad un costo inferiore rispetto agli altri reggimenti (in pratica abbiamo giocato sulla percentuale di Auxiliares rispetto alla fanteria di linea, per raggiungere esattamente i 500 punti). In questo modo possiamo dividere le basi in tre ali di sei, sette e sette basi rispettivamente, le truppe di ogni ala organizzate in due brigate. Il budget a disposizione, però, ci consente anche il lusso di due basi di granatieri, che formeranno brigata a sé e che cercheremo di schierare nel punto in cui eserciteremo la massima pressione (sempre che si vinca la fase di Intelligence).

Fornire ai nostri fanti quattro batterie di artiglieria (due leggere e due medie) ci costa 76 punti ulteriori.

Completiamo l’armata con 10 basi di cavallleria. Quattro basi di corazzieri, in due brigate, da usare per sfondare il punto debole nemico, quattro basi di dragoni per chiudere le falle nel nostro schieramento (all’occorrenza possono anche smontare …) e due basi di ussari nella speranza di vincere la fase di Intelligence quando sarà il momento di schierare sul tavolo l’armata. In tutto sono 130 punti per la cavalleria.

In conclusione il nostro esercito ci costa, in termini di punti:

Esercito imperiale
Tabella riassuntiva dell’esercito Imperiale preso come esempio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *